PrimoSoccorso.it - Tutto per l'addetto al primo soccorso!

Il primo soccorso nei luoghi di lavoro è di importanza fondamentale, se correttamente organizzato, per aiutare le persone infortunate e, in alcuni casi, per salvare loro la vita.
E' solo con una corretta organizzazione del sistema di primo soccorso in azienda che il risultato può essere correttamente raggiunto. Oltre ad organizzare in modo corretto la gestione dell'emergenza (allarme, squadra, presidi, procedure) l'aspetto fondamentale è la corretta formazione, il continuo aggiornamento, le esercitazioni pratiche e l'utilizzo di idonei presidi da parte della squadra degli addetti al primo soccorso.

Questo sito presenta una serie di prodotti utili all'azienda per organizzare in modo corretto il primo soccorso al suo interno. La formazione teorica degli addetti può essere effettuata utilizzando kit didattici multimediali particolarmente efficaci, la formazione pratica attraverso l'utilizzo di manichini che consentono di provare davvero le varie manovre tra le quali l'RCP (rianimazione cardio-polmonare).
La squadra di primo soccorso deve essere dotata di cassette di primo soccorso con presidi che consentano un intervento minimo ma efficace in caso di infortunio.
Ricordiamo che non esistono limiti massimi ma solo minimi all'organizzazione di questo servizio. Molto sta quindi alla sensibilità dell'azienda per fare sì che una buona organizzazione del primo soccorso sia realmente efficace al proprio interno. Tutti i prodotti di questo sito sono in pronta consegna.

Guarda il catalogo prodotti di PrimoSoccorso.it


PrimoSoccorso.it - Prodotti in vetrina


Il primo soccorso è l'insieme delle azioni che permettono di aiutare una o più persone in difficoltà, nell'attesa dell'arrivo dei soccorsi qualificati.

Obiettivi

Gli obiettivi del primo soccorso possono essere racchiusi in tre semplici punti:

  1. Mantenere in vita il paziente: in realtà, questo è lo scopo di ogni tipo di cura medica;
  2. Prevenire ulteriori danni a carico del paziente: questo significa sia proteggere il malcapitato da fattori esterni (ad esempio allontanandolo da fonti di pericolo), si applicare determinate tecniche di soccorso che limitano la possibilità che le sue stesse condizioni peggiorino (ad esempio, premere su una ferita per rallentare il sanguinamento);
  3. Favorire la riabilitazione, che comincia già mentre si sta attuando il soccorso.

L'addestramento al primo soccorso comprende anche l'insegnamento delle regole che permettono di prevenire le situazioni di pericolo fin dall'inizio e insegna le diverse fasi del soccorso.


Simboli Internazionali

Simbolo ISO del primo soccorsoIl simbolo internazionale associato al primo soccorso è costituito da una croce bianca su sfondo verde, assegnato dalla International Organization for Standardization (ISO).
Questo simbolo si trova sulle cassette di pronto soccorso.


La Stella della vita, simbolo presente su tutti i mezzi di soccorsoIl simbolo che identifica i mezzi e il personale di soccorso, invece, è chiamato Stella della vita ed è formato da una croce azzurra a sei braccia, all'interno della quale è raffigurato il cosiddetto bastone di Asclepio: un bastone attorno al quale è attorcigliato un serpente. Ad esempio, è il simbolo posto sulle ambulanze.


Cosa fare

Nessuna azione deve essere svolta senza aver valutato la situazione. Appena possibile, compatibilmente con le possibilità, dopo aver compiuto un esame primario, è necessario effettuare una chiamata di emergenza per attivare la catena della sopravvivenza, in Italia chiamando il 118, in Europa il 112.

Chi trova una persona priva di coscienza, ferita o in pericolo, deve innanzitutto valutare attentamente quale può essere la causa, per evitare di mettere ulteriormente in pericolo l'incolumità dell'infortunato e la propria. I pericoli relativi a gas, esalazioni tossiche e nocive, elettricità possono anche essere non immediatamente evidenti.

Le operazioni che chiunque è obbligato a svolgere (cioè, in mancanza delle quali si ravvisano gli estremi del reato di omissione di soccorso) sono esclusivamente le seguenti:

  • avvisare il servizio di assistenza sanitaria, spiegando in dettaglio dove ci si trova;
  • attendere l'arrivo dei soccorsi senza allontanarsi.

Rimuovere il prima e per quanto possibile qualsiasi potenziale fonte di altri incidenti; segnalare opportunamente il pericolo, in modo che non restino coinvolte ulteriori persone (ad esempio, in caso di incidente stradale, usare l'apposito "triangolo" di segnalazione).

In genere (ad es. in caso di incidente stradale), se non si è padroni delle tecniche di soccorso necessarie, è preferibile non fare nulla e limitarsi ad aspettare i soccorsi qualificati. Infatti, una procedura svolta male può portare danni al paziente (anche gravi) in aggiunta a quelli che ha già subito.

Infine, è molto utile tenere a mente gli interventi di primo soccorso che vengono attuati sul traumatizzato prima dell'arrivo dei soccorsi: questi vanno comunicati al personale medico.


Chiamata di emergenza

Telefonare ai servizi di assistenza sanitaria, concordare con loro il da farsi e seguire le loro istruzioni.

Segnalare al personale del servizio:

  • il tipo di infortunio accaduto
  • il luogo esatto dove è avvenuto
  • lo stato delle persone coinvolte nell'infortunio
  • se richiesto, fornire un recapito telefonico.
Fonte: Wikipedia 

Per ulteriori informazioni contattaci!